Mogol in piazza Unità d’Italia a Fagagna

Venerdì 30 agosto, il maestro, intervistato da Renato Pontoni, proporrà un viaggio intimo e confidenziale, svelando al pubblico aneddoti sulla genesi e la storia che si nasconde dietro le sue canzoni, ma anche curiosità della sua vita artistica

Mogol in piazza Unità d\u0027Italia a Fagagna

«Sotto questo cielo, solo tu resisti, sei come una canzone di Mogol e Battisti». Così, nel 2006, la poliedrica Mina omaggiava due grandi cantautori che hanno segnato la storia della musica italiana.

Questo lungo e fortunato sodalizio artistico verrà raccontato dallo stesso Mogol, venerdì 30 agosto alle 21.30 a Fagagna all’interno del ricco programma dei festeggiamenti settembrini. Il maestro, affiancato dalla “Emozioni per Sempre” Mogol&Battisti Tribute Band, offrirà uno spettacolo davvero unico in una chiacchierata insieme con Renato Pontoni tra musica e parole. Sarà un’occasione imperdibile per rivivere la magia di quelle canzoni che hanno fatto sognare generazioni di italiani.

In “Mogol racconta Mogol”, questo il titolo dello spettacolo, l’autore effettuerà un viaggio intimo e confidenziale, svelando al pubblico aneddoti sulla genesi e la storia che si nasconde dietro le sue canzoni, ma anche curiosità della sua vita artistica. Una vita che inizia a Milano il 17 agosto del 1936, quando nasce Giulio Rapetti, figlio d’arte di Mariano, al tempo direttore di un’importante casa editrice musicale. Il giovane Giulio cresce nell’ambiente della musica e, seguendo le orme del padre, inizia l’attività di paroliere nel 1955. La Siae gli chiede quindi un elenco di pseudonimi, da cui scegliere un nome d’arte, e lui gliene propone ben 120. Di questa lunga lista la società sceglierà “Mogol”, pseudonimo con il quale firmerà il suo primo testo nel 1960, “Briciole di baci”, interpretato proprio dalla grande Mina. Il vero successo arriva però l’anno seguente, con la vittoria al festival di Sanremo grazie al brano “Al di là”, canzone interpretata da Luciano Tajoli e Betty Curtis. L’incontro chiave con l’allora poco conosciuto Lucio Battisti, avviene poi nel 1965, anno che segna l’inizio di un cammino costellato di successi, interrotto negli anni ’80 a causa di controversie economiche. Il contributo alla musica leggera italiana dell’autore, però, non si limita ai brani senza tempo interpretati da Battisti come “Mi ritorni in mente”, “La Collina dei Ciliegi”, “Con il Nastro Rosa” o “Un’avventura”. Hanno, infatti, inciso canzoni da lui scritte, fra gli altri, Caterina Caselli con “Sono Bugiarda”, l’Equipe 84 con l’intramontabile “Io ho in mente te”, Fausto Leali con “A chi”, Bobby Solo con la famosissima “Una lacrima sul viso”, Little Tony di cui tutti ricordano “La spada nel cuore” o “Riderà”, ma anche Mango, Riccardo Cocciante, Umberto Tozzi e molti altri ancora.

L’invito a uno spettacolo imperdibile è quindi per questo venerdì (non sabato 31 come da programma in quanto, a causa di un impegno dell’autore, il concerto è stato anticipato alla serata del 30 agosto). Tutti pronti ad emozionarsi alle 21.30 in piazza Unità d’Italia a Fagagna. L’ingresso è gratuito e in caso di maltempo l’evento si svolgerà nella Sala Vittoria.

Per informazioni e per riservare un posto a sedere è possibile inviare una email all’indirizzo info@prolocofagagna.it o telefonare allo 0432801864.

by: https://www.ilfriuli.it/articolo/spettacoli/mogol-in-piazza-unita-ditalia-a-fagagna-/7/205169

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.