2013.05.08 Cuturella di Cropani (CZ)

LA PRO LOCO DI CROPANI IN COLLABORAZIONE CON LA PARROCCHIA DI SAN MICHELE ARCANGELO DI CUTURELLA PRESENTA:
Il giorno 8 maggio, nella bellissima location di Cuturella fraz.di Cropani va in scena la festa di San Michele Arcangelo, protettore del borgo. È una processione molto sentita dal circondario che – tra il passaggio della banda musicale per le strade dei vicoli della contrada, la Santa Messa nella omonima chiesetta del XIX secolo, la festa in piazza dove la statua del Santo è alla vista dei fedeli – per nove giorni vivono intensamente le celebrazioni dedicate all´Arcangelo più importante della liturgia cristiana, difensore della fede in Dio contro le orde di Satana. Secondo alcuni teologi, addirittura, San Michele altro non sarebbe che una prefigurazione del Cristo (teofania), una manifestazione della divinità in forma sensibile, come tra l´altro sembra suggerire anche l´etimo del nome (Mi-ka-El) che significa “chi è come Dio?”.
Nel calendario liturgico cristiano si festeggia il 29 settembre con l´Arcangelo Gabriele e l´Arcangelo Raffaele. Il culto dell´arcangelo Michele è di origine orientale. L´imperatore Costantino I a partire dal 313 d.C. gli tributò una particolare devozione, fino a dedicargli il Micheleion, un possente santuario fatto costruire a Costantinopoli. Alla fine del V secolo il culto si diffuse rapidamente in tutta Europa in seguito all´apparizione dell´arcangelo sul Gargano in Puglia. Secondo la tradizione, l´Arcangelo sarebbe apparso a san Lorenzo Maiorano, vescovo di Siponto l´8 maggio 490, ed indicatagli una grotta sul Gargano lo invitò a dedicarla al culto cristiano. In quel luogo sorge ancora oggi il santuario di San Michele Arcangelo ( nel mezzo del nucleo cittadino di Monte Sant´Angelo ), che nel Medioevo fu meta di ininterrotti flussi di pellegrini, i quali per giungervi percorrevano un apposito percorso di purificazione detto Via Sacra Langobardorum. Nella vita di san Gregorio riportata dalla Leggenda aurea, si narra che durante una tremenda pestilenza, al termine di una processione con il canto delle litanie istituite dal papa intorno alla città di Roma, Gregorio vide apparire su Castel Sant´Angelo San Michele che deponeva la spada nel fodero, segno che le preghiere erano state ascoltate e che la terribile epidemia sarebbe cessata. Per commemorare l´episodio sul monumento fu eretta una statua raffigurante l´arcangelo. Nella iconografia cristiana questo angelo è spesso raffigurato nell´atto di sconfiggere il demonio, sovente nelle sembianze di un demone, una figura mitologica ricorrente anche nelle leggende della tradizione orale dei cuturellesi. Oggi la festività ha assunto anche una valenza turistica, di richiamo per molti visitatori, cui è data la possibilità di godere della magia di questo piccolo territorio.I festeggiamenti in onore del Santo vengono tradizionalmente chiusi da spettacolari fuochi pirotecnici e, ogni anno sempre più complessi e colorati
TRADIZIONE LOCALE – La credenza vuole che, alcuni anni addietro, la donna si alzava presto e spazzava le stanze della casa. Nel giorno di festa era necessaria la presenza di una gallina per rendere , di buon augurio, la mattinata più letizia. Il giorno del festeggiamento è vissuto in Cuturella in una unione di cuori. La chiesa viene adornata con un allestimento molto accurato, la banda musicale è d´obbligo ed accompagna il santo per tutta la processione. La processione serpeggia per le strade del paese per rientrare in chiesa dopo circa quattro ore. Molti sono gli emigrati che fanno giungere decine e decine di dollari, mentre altri appendono sulla statua oggetti di oro. Il santo viene portato a spalla dapprima dai componenti del comitato festa e, una volta fuori la chiesa, si fa turnazione. Non importa se durante la celebrazione religiosa i piedi sono sanguinanti! La soddisfazione è tanta poiché ancora una volta il principe degli angeli ha esaudito le suppliche. Il sacerdote impartisce la benedizione e in occasione della ricorrenza le funzioni religiose sono presenziate da altri tre ministri del culto. La frazione di Cropani vanta la più grande e devota festa del circondario. La festa è organizzata da persone che con passione, devozione e sacrificio proiettano nel futuro una antica tradizione, oggi si festeggia il compimento di cinquanta anni di ininterrotta attività dedicata alla solennità: Pasquale Bianco e Angelo Prato, per tale occasione la Pro Loco ha voluto dare loro una targa ricordo.
Programma della festa:
29 aprile: Apertura Festeggiamenti con la consueta novena
07 maggio Vigilia della festa, la serata sarà allietata dalla Cover dei Modà.
08 maggio
Alle ore 10,00 sarà celebrata una Messa Solenne in onore del Santo, officiata da S.E. Mons. Vincenzo Bertolone Vescovo dell´ Arcidiocesi Metropolitana di Catanzaro Squillace, collaborato dal parroco don Vincenzo Moniaci, nel corso della quale la statua del Santo Patrono verrà arricchita di una spada in oro forgiata dall´Orafo Michele Affidato, realizzata con la fusione degli ex voto e benedetta da Papa Francesco.
Sarà presente il Prefetto Antonio Reppucci , Guido Marino Questore di Catanzaro, Wanda Ferro, commissario straordinario della provincia di Catanzaro, GIOVANNI DE NUZZO, Comandante della Compagnia dei carabinieri di Sellia marina, Michele Affidato, orafo di fama internazionale, il cappellano della Polizia di Stato don Biagio, il parroco di Cropani Padre Francesco, il sindaco di Cropani Colosimo, il sindaco di Botricello Camastra, il sindaco di Sellia Amelio , il sindaco di Sersale Torchia, il sindaco di cerva Marchio, il sindaco di Andali Costantini, il Sindaco di Belcastro Ciacci ,autorità civili, militari ed ecclesiastiche, che si uniranno alla consueta moltitudine di cittadini e fedeli di ogni parte.
ore 11,30: Processione del Santo percorrerà le seguenti vie: Via bari, corso Palmiro Togliatti, Via Calvario, di San Michele, via delle stelle , via Belgrado, via E.Brandi per poi proseguire fino alla chiesa di S. Michele Arcangelo, accompagnata dalla Banda musicale.

Ore 21: Concerto di UMBERTO TOZZI

by prolococropani.it

2 risposte a 2013.05.08 Cuturella di Cropani (CZ)

  1. Emanuele ha detto:

    Si prevedono migliaia di persone.. Grande Tozzi.. La storia della musica italiana

  2. PEDRO ha detto:

    GENTILMENTE METTETE LA DATA SUL SITO UFFICIALE…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.