Schlagerbooom – Das Internationale Schlagerfest 2016

21.10.2016

Florian Silbereisen präsentiert die TV-Schlagershow des Jahres

 

Veranstaltungsort
Westfalenhalle 1Einlass
18:00Beginn
20:15 Uhr  UhrEnde
23:30 Uhr   UhrVeranstalter
MITTELDEUTSCHER RUNDFUNK – Anstalt des öffentlichen Rechts Fernsehdirektion

Veranstaltungsort Westfalenhalle 1
Einlass 18:00
Beginn 20:15 Uhr
Ende 23:30 Uhr
Veranstalter MITTELDEUTSCHER RUNDFUNK – Anstalt des öffentlichen Rechts Fernsehdirektion

SCHLAGERBOOOM – DAS INTERNATIONALE SCHLAGERFEST

Florian Silbereisen präsentiert die TV-Schlagershow des Jahres

So eine Show gab es noch nie! Florian Silbereisen feiert die neue „Lust auf Schlager“ mit dem größten Schlagerfest, das er jemals gefeiert hat: SCHLAGERBOOOM – DAS INTERNATIONALE SCHLAGERFEST! Der Showmaster lädt ein zur ganz großen Party in der Dortmunder Westfalenhalle – mit vielen Hits und vielen Stars wie Helene Fischer, Andreas Gabalier, DJ Ötzi, Al Bano und Romina Power, Mickie Krause, Jürgen Drews, Howard Carpendale, Vanessa Mai, Umberto Tozzi, KLUBBB3, Ross Antony und vielen anderen.

Bitte beachten, es handelt sich um eine FERNSEHAUFZEICHNUNG!

Einlass: 18.00 Uhr  –  EINLASS NUR BIS 19:45 Uhr !!!
Beginn:  20.15 Uhr

(Informationen nach Angaben des Veranstalters. Die Westfalenhallen Dortmund GmbH übernimmt keine Verantwortung für die Richtigkeit der Angaben.)

 

http://www.westfalenhallen.de/events/fuer-besucher/termine-events/news-detail/article/schlagerbooom-das-internationale-schlagerfest-2016-21-10-2016//year/2016/month/7.html

VeranstalterMITTELDEUTSCHER RUNDFUNK – Anstalt des öffentlichen Rechts Fernsehdirektion
Pubblicato in News | Contrassegnato , | Lascia un commento

Parrocchia by Guido Guglielminetti

Pubblichiamo un bellissimo articolo scritto da Guido Guglielminetti ed a noi suggerito da Fabrizio Carletto.

Parrocchia - Guido Guglielminetti

Parrocchia

Abitavo a Torino in corso Peschiera al 309, stiamo parlando più o meno del 1965/66.

Non era da molto tempo che ci eravamo trasferiti: mia madre, mia nonna ed io, e ancora non conoscevo nessuno, quindi mi stavo guardando intorno. Appena dietro casa c’era una parrocchia molto attiva, gestita evidentemente da un parroco intelligente e molto dinamico, infatti c’era al suo interno un bel giro di gruppi o meglio “complessi” come si diceva allora!

Ho incominciato a frequentare la parrocchia di Pozzo Strada, così si chiama il quartiere, perché a breve ci sarebbe stata una gara di “complessi”, quindi al pomeriggio andavo a spiare le prove.

Entrando nel cortile, sulla destra, c’era una stanza che il parroco aveva adibito a sala prove. Dalla finestra di questa stanza, cercando di non farmi vedere, spiavo i musicisti che provavano. Quando tornavo a casa, mettevo un disco nel giradischi che mia madre aveva comprato con “Selezione dal Reader’s Digest” e fingevo di suonare la chitarra, sognando di essere su un palco. Non lo sapevo ancora ma praticamente avevo inventato il playback, come tanti miei coetanei!

Io andavo lì ogni giorno sperando provassero e aspettavo. Chiaramente non provavano tutti i giorni, ma io aspettavo ugualmente. Poi li vedevo arrivare! Anzi per la verità prima li sentivo. Era tutto un ridere e scherzare e spingersi fra di loro, si vedeva che erano affiatati, che si divertivano. Avevano sempre due o tre ragazze al seguito il cui unico compito era guardarli con aria sognante quando suonavano, prendevano molto seriamente quel ruolo di groupies e guardavano con aria sognante i loro idoli anche quando non suonavano.

Il leader del gruppo, cantante e chitarrista, si chiamava Umberto “Roddy”: capelli lunghi, rossi, magrissimo, maglietta attillata e jeans sopra la caviglia con calzino rigorosamente bianco (Michael Jackson non ha inventato niente!!). Molto sicuro di sè e consapevole del proprio fascino un po’ effemminato, come usava allora, si muoveva proprio come una rockstar. Alla batteria c’era Sandro “Davy”: caschetto nero e sguardo tenebroso, il massimo del suo sorriso era un leggero quanto impercettibile sollevamento del lato sinistro del labbro superiore, quando proprio si stava sganasciando dalle risate! Magrissimo anche lui e naturalmente sempre con le bacchette in mano. Questi due erano i personaggi intorno ai quali ruotava tutto, poi si aggiungevano a volte altri, ma non erano certo del loro calibro! Perchè nel rock conta anche l’aspetto fisico, e loro due sembravano fatti apposta per stare su un palco!

Io naturalmente li emulavo in tutto: capelli lunghi, biondi, magrissimo, magliete attillate, jeans corti e calzino bianco, che a scuola fra l’altro mi aveva fatto guadagnare l’appellativo di: “Finocchio”. Per chiudere la cerniera dei jeans mi dovevo sdraiare sul letto, tanto erano attillati.

Un giorno mentre stavano suonando solamente loro due, perchè avevano cambiato l’ennesimo chitarrista, Umberto mi vide che stavo sbirciando dalla finestra e mi fece cenno di entrare. Volevo sprofondare! Primo perchè mi ero fatto beccare che stavo spiando, secondo perchè erano i miei idoli. In quel momento sarei scappato, ma il mio animo che comunque era da rocker me lo impedì, quindi entrai. Le groupies mi guardavano incuriosite come se fossi un essere alieno ammesso alla corte dei loro idoli, Umberto e Sandro invece erano simpaticissimi e mi sentii subito a mio agio. Umberto mi chiese se suonavo e io con la faccia tosta che mi ha sempre contraddistinto gli dissi che suonavo la chitarra. In realtà stavo imparando a suonare con una chitarra acustica che avevo trovato nel retro del negozio di mobili che aveva mio padre, da cui andavo a lavare le vetrine.

Umberto mi disse che ne avevano già parlato tra di loro, perchè mi avevano già notato, e che secondo loro io potevo essere l’elemento che stavano cercando. Non stavo più nella pelle, per me era come se si stesse realizzando un sogno, quella sera raccontai tutto a mia madre, che ne fu molto contenta perchè mi era complice in tutto, al contrario di mio padre che pensava fossi solo un perdigiorno, capellone, buono a nulla. Tanto io vivevo con mia madre!

L’indomani mattina mia madre mi portò in un negozio di strumenti musicali e mi comprò la mia prima chitarra elettrica: 49.000 Lire, me lo ricordo ancora e non lo dimenticherò mai, perchè per lei, separata e quindi unica fonte di reddito della nostra famiglia, fu un grande sacrificio! Sono contento comunque di aver messo a frutto i suoi sacrifici!

Incominciammo quindi le prove. Prevalentemente suonavamo pezzi dei Beatles e dei Rolling Stones. Eravamo sempre insieme come si confà ad un vero gruppo, quando non facevamo le prove in Parrocchia, andavamo ai giardinetti con due chitarre acustiche. Per l’occasione Sandro suonava la panchina e le groupies sognavano con la voce di Umberto.

Qualche concorso lo vincemmo anche, ma non è che dessimo eccessiva importanza alla cosa, eravamo gli idoli del nostro quartiere e questo già ci piaceva.

Ma a volte nei Concorsi si incontrano strani personaggi……..

03/10/2015
Pubblicato in News | Contrassegnato , | Lascia un commento

Umberto Tozzi komt naar het Schlagerfestival

 

Pubblicato in News | Lascia un commento

Diecimila persone alla Fiera di Casalguidi

Un’edizione fortunata la numero 131, col boom registrato in occasione del concerto di Umberto Tozzi

21 settembre 2016
CASALGUIDI. Oltre diecimila persone alla Fiera di Casalguidi, più di duemila per il concerto gratuito di Umberto Tozzi, circa duecento espositori sparsi per tutto il paese. Luci, colori, risate di bambini, viuzze gremite di famiglie. E poi l’odore inebriante della porchetta, quello dei bomboloni alla crema, il profumo delle noccioline tostate, la chiesa piena di luci e le innumerevoli mostre diverse tra loro e per tutti i gusti. E poi, il gran finale di ieri sera con gli attesi fuochi d’artificio. Questa è la Fiera di Casalguidi, un appuntamento che si rinnova ogni inizio autunno da ben 131 anni. È l’intero paese che prende vita, pronto ad accogliere gli avventori da ogni parte della città e non solo. Un evento che riesce ad unire e coinvolgere tutti: bambini, genitori, anziani, giovani coppie. Non importa se il tempo spesso non è di buon auspicio. «La gente alla Fiera viene comunque» conferma l’assessore Daniele Fedi. Inaugurato lo scorso 15 settembre dal sindaco del Comune di Serravalle Patrizio Mungai, l’evento ha accolto meeting, conferenze, serate musicali, spettacoli di danza e di falconeria. Tutti con il fiato sospeso per il concerto di Umberto Tozzi, lunedì scorso: con la sua camicetta chiara, un paio di jeans, chitarra elettrica e occhiali da sole ben calcati, ha incantato più di duemila persone, interpretando i brani più famosi del suo lungo repertorio e cantando per quasi due ore. Chi si affacciava dalle finestra delle case sulla piazza, chi alzava le mani al cielo, chi cantava sulle note di “Ti amo”, “Tu”, “Gente di mare” e molti altri brani storici, per finire con il famosissimo pezzo “Gloria”. Tra gli altri appuntamenti, quello con l’ospite d’onore Jonathan Bartoletti, il famoso fantino detto “Scompiglio”, il comico di Zelig Pino Campagna e la tradizionale Festa dell’uva della domenica con la caratteristica sfilata di carri allegorici e distribuzione di uva, vino e focaccia organizzata dal Comitato festeggiamenti Fiera di Casalguidi. «Un bilancio molto buono per questa 131ª edizione – afferma Daniele Fedi, assessore alle Fiere e Mercati del Comune di Serravalle – come ogni anno, la Fiera di Casalguidi si riconferma una delle attrattive migliori del nostro territorio in nome di una tradizione centenaria che si rinnova ogni volta e che, forse, è la più longeva. Enorme successo il sabato sera e la domenica, per la tradizionale Festa dell’uva: complessivamente possiamo parlare di oltre diecimila avventori». «Unica giornata un po’ meno proficua il venerdì per via del maltempo: questa è purtroppo l’unica incognita della manifestazione anche se la gente viene alla Fiera anche con il brutto tempo. Per il resto, mi sembra proprio che la sei giorni sia andata bene, forse più degli anni passati. Ad eccezione dello scorso anno che faceva caldissimo ancora a metà settembre. Espositori soddisfatti e contenti. Strade piene di gente, un continuo flusso anche in palestra. Fiore all’occhiello il concerto di Tozzi, mai vista piazza Gramsci così gremita».
Alessandra Tuci
Pubblicato in News | Contrassegnato , , | Lascia un commento

NUOVA DATA CONCERTO 2017 ALL’ESTERO

Sunday 05 November 2017

Umberto Tozzi

Gewandhaus zu Leipzig, Leipzig, Germany
Umberto Tozzi live

Buy tickets

 
 http://www.songkick.com/concerts/28095884-umberto-tozzi-at-gewandhaus-zu-leipzig
Pubblicato in News | Lascia un commento

Le foto del concerto di Umberto Tozzi a Montebelluna (TV)

img_3813img_3815img_3816img_3817img_3820img_3821img_3824img_3825img_3826img_3827img_3828img_3831img_3833img_3835img_3839img_3842img_3844img_3846img_3850img_3855img_3856img_3857img_3859img_3860img_3862img_3866img_3870img_3871img_3873img_3874img_3875img_3876img_3877img_3878img_3879img_3880img_3882img_3883img_3884img_3886img_3887

dsc05176dsc05178dsc05179dsc05182dsc05183dsc05184dsc05186dsc05187dsc05189dsc05190dsc05196dsc05197dsc05200dsc05201dsc05202dsc05204dsc05206dsc05207dsc05208dsc05210dsc05211dsc05214dsc05218dsc05220dsc05221dsc05222dsc05223dsc05224dsc05225

Pubblicato in News | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Il concerto di Umberto Tozzi a Casalromano

 

by http://gazzettadimantova.gelocal.it/mantova/foto-e-video/2016/09/17/fotogalleria/il-concerto-di-umberto-tozzi-a-casalromano-1.14112899#7

Pubblicato in News | 1 commento

Concerto e pubblico meraviglioso a Casalromano (MN)

dsc05164 dsc05165 dsc05166 dsc05167 dsc05168 dsc05170 dsc05172 dsc05174

 

img_3735img_3737img_3738img_3739img_3740img_3741img_3742img_3748img_3751img_3752img_3753img_3755img_3756img_3758img_3759img_3761img_3762img_3764img_3768img_3769img_3770img_3772img_3774img_3775img_3778img_3780img_3786

Pubblicato in News | Contrassegnato , | Lascia un commento

In attesa da Casalguidi (PT)

By gnaro

By gnaro

image

Pubblicato in News | Contrassegnato , | Lascia un commento

Ci aspettano tre giorni di concerti!

 

Sabato 17 settembre 2016

UMBERTO TOZZI in concerto a Casalromano (MN)

Prezzo biglietti:

  • Posti a sedere non numerati € 20
  • Posti in piedi € 13

……………………………………………………………………………………………………………….

Domenica 18 settembre 2016 – ore 21:00

Montebelluna
Palamazzalovo – Via Gianfrancesco Malipiero 125, 31044 MONTEBELLUNA (TV)

Prezzo biglietti 44.00 € – Tribuna Centrale Numerata, 37.50 € – 2 Platea Numerata, 44.00 € – 1 Platea Numerata

……………………………………………………………………………………………………………………..

Lunedi 19 settembre 2016 – ore 21:30

Casalguidi (Serravalle Pistoiese)

Via Gramsci

Concerto gratuito

 

 

 

 

Pubblicato in News | Lascia un commento