RASSEGNA STAMPA

Abbiamo aggiornato la rassegna stampa aggiungendo tantissimi articoli (e non solo) a partire dal 1978 ad oggi:

BUONA LETTURA!

Pubblicato in News | Lascia un commento

Tozzi: «Nella musica di oggi c’è poca creatività»

Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con Umberto Tozzi, che domani alle 20.45 si esibirà in Piazza Centrale a Biasca

Umberto Tozzi, 64 anni.

BIASCA – Il ricavato del concerto (organizzato dall’Associazione Spartyto), inoltre, verrà devoluto in favore dell’Associazione Verena di Bellinzona, impegnata a raccogliere fondi destinati alla ricerca contro il cancro e all’organizzazione di eventi atti ad alleviare la permanenza in ospedale dei bambini ricoverati.

Reduce dalla pubblicazione del suo ultimo album, “Ma che spettacolo” (Momy Records/Sony, 30 ottobre 2015), quest’anno Umberto Tozzi festeggia quattro decenni di carriera. Una carriera, la sua, oltretutto, costellata da un numero indefinito di successi che domani sera avremo modo di cantare con lui all’unisono: «La setlist raccoglierà buona parte della mia produzione, con delle “situazioni cantabili” per tutti», anticipa. D’altra parte, chi, almeno una volta, non ha intonato – davanti al fuoco di un camino o in spiaggia – “Ti amo”, “Tu”, “Io camminerò”, “Gloria” o “Stella stai”?

Umberto, che rapporto hai con la Svizzera italiana?

«Il pubblico ticinese mi ha sempre riservato una splendida accoglienza… Devo dire che porto con me dei ricordi fantastici…».

Stai festeggiando 40 anni di carriera. Come e quanto è cambiata la scena musicale italiana in questi quattro decenni?

«È cambiata completamente a livello internazionale, non solo in Italia. Ho l’impressione che non ci sia più grande creatività: non esistono più canzoni popolari, cantabili. Ci sono tante cose, di vario tipo, questo sì, ma fondamentalmente manca quella “scuola” che abbiamo avuto noi negli anni Sessanta, Settanta e Ottanta: un’epoca musicale, dal mio punto di vista, irripetibile».

Questa mancanza di creatività di cui parli, non pensi sia anche la conseguenza di un cambiamento avvenuto all’interno dell’industria discografica?

«L’industria discografica, in questi termini, è indispensabile. Una volta c’erano produttori straordinari, dei grandi direttori artistici, sempre pronti a dare una mano ai giovani, inevitabilmente, ancora senza esperienza. Figure, quelle che ho appena citato, che, per chi si affaccia oggi al mondo della musica, non esistono più… E questo è sicuramente anche uno dei motivi per cui in questo nuovo Millennio non si sentono più belle canzoni…».

Da qui deduco che i talent show non ti facciano impazzire…

«Non ti sbagli affatto…».

Tornando ai produttori… Come ricordi Giancarlo Bigazzi?

«Giancarlo è stato il mio maestro: mi ha insegnato a mettere in ordine le note che avevo in testa e a scrivere canzoni…».

La tua carriera nella musica è iniziata come chitarrista… Raccontami del tuo rapporto con Lucio Battisti…

«Ho fatto i provini de “Il mio canto libero” (l’album di Battisti datato 1972, ndr): alla fine, hanno scelto un altro, uno più bravo (ride), ma ho avuto comunque l’opportunità di vivere quel periodo negli studi dell’etichetta Numero Uno come un grande sogno…».

Da ragazzo cosa ascoltavi?

«Sono stato un grande fan di tutti quei gruppi che uscivano allora: i Beatles, gli Stones, i Pink Floyd. Ho ascoltato tanto anche i Police, ma dopo di loro devo dire che non ho più trovato nessun’altra band capace di emozionarmi».

Vuoi raccontarmi come sono nati almeno due dei tuoi più grandi successi? Incominciamo con “Stella stai”…

«È un po’ difficile, anche perché le canzoni nascono così, spontaneamente… Non sai mai cosa stai facendo, e nemmeno cosa verrà fuori… Comunque, per “Stella stai” ricordo di avere abbozzato i primi passaggi con una Rickenbacker, come quella di John Lennon… (ride)».

E “Ti amo”?

«“Ti amo” è nata su un giro di La, con una chitarra acustica…».

Ricordo molto bene “Tu sei di me”, contenuta nel tuo primo disco (“Donna amante mia”, CGD, 1976)… Cosa vuoi dirmi al riguardo?

«Credo sia uno dei brani più intimi della mia carriera…».

Per concludere, un giorno ti rivedremo sul palco con Morandi e Ruggeri?

«Fosse per me, non avrei problemi… Sono abituato a condividere il palco… Ma gli altri non la pensano così, quindi non credo che potrà accadere…».

Prevendita: biglietteria.ch

Articolo di Marco Sestito

by http://www.tio.ch/News/People/People/1102324/Tozzi–Nella-musica-di-oggi-c-e-poca-creativita-

Pubblicato in News | Lascia un commento

Con SPARTYTO,UMBERTO TOZZI in concerto venerdi a Biasca il 26 agosto

venerdi a Biasca il 26 agosto

Con SPARTYTO,UMBERTO TOZZI in concerto venerdi a Biasca
per festaggiare quarantanni di carriera. Mentre Sabato 27 torna “La Notte dei Tributi”

Sarà una gremitissima piazza (vista l’ottima prevendita), quella che venerdi 26 a Biasca, accoglierà l’intramontabile Umberto Tozzi. Il Comitato di Spartyto è pronto per presentare il concerto del cantautore di musica pop Italiana, che dall’alto dei suoi quarant’anni di carriera farà divertire ed emozionare i numerosi Fans che si sono accaparrati il biglietto. Un pubblico che, a detta degli organizzatori, si presenterà eterogeneo in rappresentanza di almeno un paio di generazioni, per ascoltare pezzi dell’ultimo album, ma soprattutto i successi indelebili quali Ti amo, Gloria, Tu, Stella stai, Notte rosa, Io camminerò, Si può dare di più ecc… Dunque, nuovamente un concerto d’eccezione nelle Tre Valli, per siglare il traguardo della 26esima edizione di Spartyto in Piazza. ( prevendita aperta fino a giovedi sera a 28 Fr. e poi alla cassa a 35 Fr. ).
Ma non sarà solo il concerto d’autore ad infiammare il W.E. biaschese, infatti il sabato 27 torna l’amatissima “Notte dei Tributi” che ha fatto conoscere la manifestazione anche oltre i confini cantonali. Per l’occasione, nella scelta dei gruppi ( in 26 anni si sono Tributate più di 50 Band sempre differenti) si è spaziato a 360° nei generi, nel tempo e geograficamente, cercando di soddisfare tutto il fedelissimo pubblico che da anni segue la kermasse. Infatti saranno presentati i Tributi ad Antonello Venditti, agli Oasis, Duran Duran e a Janis Joplin. (entrata 10 Fr.)
Ma già da sabato mattina alle 08.30 la piazza Centrale di Biasca sarà animata dal ritrovo degli amanti del motorino, per la 2° edizione della Motorinada. Giro della media Riviera con aperitivo e ritorno in piazza per ascoltare la TXP BRASS BAND di 35 elementi e gustare la maccheronata offerta dai cuochi della DERO. Nel pomeriggio prove di abilità coi motorini e in via Giovannini animazioni e giochi per i più piccoli. Per il sabato sera Spartyto ha organizzato dei bus gratuiti in direzione Bellinzona, Olivone ed Airolo. Partenza alle ore 03.15.Da non dimenticare il fine benefico di questa due giorni di musica e divertimento, infatti il ricavato sarà devoluto all’associazione Verena di Bellinzona per la raccolta di fondi destinata al finanziamento di infrastrutture o attività legate a specifici istituti. Con il comitato di Spartyto lavorano altre associazioni e numerosi volontari che grazie al loro apporto unito a quello dei sostenitori, ne ipotecano il successo di anno in anno.
Prevendite http://www.biglietteria.ch e info su http://www.spartyto.ch .

by http://eticinforma.ch/eticinforma/?p=28127

 

Pubblicato in News | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

TERREMOTO

Vicino con tutto il cuore alle persone colpite dal terremoto di questa notte. Grazie a chi sta dando una mano. Un abbraccio forte

Umberto Tozzi Official

14063843_10154013730319472_5031591823436794752_n

 

Pubblicato in News, Senza categoria | Contrassegnato , | Lascia un commento

Les spectacles de la Foire de Pau

spectacles_2016-3

http://www.foiredepau.com/pg-14-les-spectacles-de-la-foire-de-pau.html

Pubblicato in News | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Chi si ricorda questo inizio di concerto?

Pubblicato in News | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Umberto Tozzi a Seccagrande

Ieri Umberto Tozzi a Seccagrande

 Umberto-Tozzi

Più di due ore di spettacolo all’insegna dei brani più popolari della sua carriera. Tra questi Gloria. Ma anche tanti tanti altri. E’ stato questo ieri sera il concerto di Umberto Tozzi sul lungomare di Seccagrande. Appuntamento clou delle tre serate di musica del Summer Live, la manifestazione organizzata dall’associazione Infra Project con tre eventi per ogni fascia d’età.

E ieri sera sul lungomare riberese per assistere al concerto del cantautore torinese ad intonare i celebri brani c’erano fan e non solo, che alle prime note hanno riconosciuto i pezzi che hanno accompagnato intere generazioni dagli anni Ottanta ad oggi. Un concerto coinvolgente, con un artista che non si è risparmiato per il suo pubblico che ha trascinato con se gli spettatori nel suo repertorio musicale.

Da Gloria, a Ti Amo, Ma più così, Si può dare di più a Gli altri siamo noi.

http://rmk.italiabit.net/?p=27593

Pubblicato in News | Contrassegnato , | Lascia un commento

UMBERTO TOZZI – MA CHE SPETTACOLO TOUR – 18.08.2016

Pubblicato in News | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Umberto Tozzi a Celenza Valfortore, il borgo dei Monti Dauni fa il pieno

Pubblicato in News | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

LA VERSIONE INTEGRALE DEL CULT “RIMINI RIMINI” (170’) APRE LA RASSEGNA «SOTTO QUESTO SOLE»

Nella commedia di Sergio Corbucci sfilata di star della comicità Anni ‘80 e colonna sonora ‘riempipista’ con Righeira, Casadei, Bennato, Tozzi, Giuni Russo.
Il cult “Rimini Rimini” apre la rassegna «Sotto questo sole», al via su Iris da sabato 13 agosto, in prima e seconda serata, per cinque appuntamenti.
Il film, diretto nel 1987 da Sergio Corbucci, non va in onda nella versione da 170 minuti dal 1992: una vera chicca per appassionati di commedie Anni ’80.

Nel cast, star della comicità come Paolo Villaggio, Jerry Calà, Serena Grandi, Laura Antonelli, Sylva Koscina, Gigi e Andrea, Eleonora Brigliadori, Maurizio Micheli, Monica Scattini, Sebastiano Somma ed Adriano Pappalardo.

Colonna sonora ‘riempipista’, con le hit di Righeira, Raul Casadei, Edoardo Bennato, Umberto Tozzi, Giuni Russo, Samantha Fox e molti altri.

Girato tra Rimini, Gabicce Mare, Cesenatico, Ravenna e Riccione, “Rimini Rimini” narra le storie di una serie di bizzarri personaggi, che danno vita ad una leggera satira sociale su yuppismo dilagante e costumi sociali via via più libertini. Il personaggio della Grandi parodizza 9 settimane e ½ e Calà si impone con il tormentone «è tanto che aspettavo un’occasione così!».

Il ciclo «Sotto questo sole» prosegue con “Rimini Rimini – Un anno dopo”, “Mari del Sud”, “Casotto”, “Ferie d’agosto”, “Selvaggi”, “Vacanze in America”.

Pubblicato in News | Lascia un commento