“Flashdance Il Musical” in scena al Teatro Olimpico

flashdance-01-700x336

La trama “Flashdance”, un film del 1983 che non ha ancora smesso di incantare il pubblico, inizia a Pittsburgh, una delle città capoluogo della Pennsylvania, con Alex Owens che coltiva il sogno di essere ammessa all’Accademia di Danza di Pittsburg, e che nel frattempo lavora come operaia saldatrice, di giorno, e come ballerina in un locale notturno. A raccontarla così sembra una schifezza, come molti critici di quegli anni hanno sostenuto, invece è una storia che all’epoca ha incassato più di 200 milioni di dollari e che, a oltre 35 anni dalla sua prima apparizione, continua ad avere un grande successo grazie anche alla versione teatrale.

Forse il segreto di un cosi duraturo successo sta nel fatto che “Flashdance” dosa sapientemente il glamour degli anni Ottanta, ben rappresentato anche dalle musiche di Giorgio Moroder, con la voglia di realizzarsi della protagonista, una Cenerentola che al posto delle scarpette di cristallo indossa quelle da punta, con un pizzico di principe azzurro, che non guasta mai, e che non dimentica di strizzare l’occhio a quella formula disneyana sui sogni che sono desideri che possono diventare realtà, almeno nei film.

Una storia inossidabile, dicevamo, come dimostra il trionfo di pubblico che in questi ultimi mesi sta ottenendo la tournée italiana di “Flashdance Il Musical”, con una tappa organizzata da Ventidieci, che sta per arrivare al Teatro Olimpico di Roma, dove andrà in scena da martedì 5 a domenica 10 febbraio,

La nuova versione del film cult della Paramount sbarca nella capitale dopo il grande successo al Teatro della Luna di Milano, il sold out al Teatro Verdi di Firenze, e dopo il premio “Miglior Musical dell’Anno” assegnato dal festival calabrese “Fatti di Musica 2018”,

La regia di “Flashdance Il Musical” è affidata a Chiara Noschese, figlia del grande imitatore Alighiero, una grande carriera nello spettacolo, affermata attrice di teatro, di cinema, di televisione, cantante, casting director e regista di family show quali “Il Piccolo Principe” e “Le Avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie”.

Ad affiancarla c’è un team creativo completamente italiano e di talento. Coreografie, musica e canzoni di Robert Cary e Robbie Roth, proiezioni e luci faranno da cornice a una grande storia d’amore, di amicizia e di riscatto personale, la storia di un sogno e del coraggio di poterlo realizzare. Uno spettacolo ricco di grandi temi universali senza tempo, portati in scena da un cast di straordinari performer.

A interpretare Alex sarà Valeria Belleudi, allieva della Scuola di “Amici” di Maria De Filippi nel 2004, già attrice in musical come “Sister Act”.

Ovviamente, non mancheranno le hit più famose in lingua inglese: “What a feeling”, “Maniac”, “Man Hunt”, “I love Rock’n Roll” e “Gloria” di Umberto Tozzi che, nella interpretazione di Laura Branigan, ha accompagnato la scena di una gara di pattinaggio sul ghiaccio di un’amica di Alex.

Chiara Noschese descrive così lo spettacolo: «Flashdance è, per me, una grande sfida: un copione inedito, con canzoni nuove e nuovi personaggi. Oltre alla regia, ne ho curato i costumi e l’adattamento, le liriche e il testo. Flashdance è sicuramente uno spettacolo pieno di numeri danzati e cantati, immagini, proiezioni, musica meravigliosa e con luci sorprendenti ma, fondamentalmente, sarà tutto accessorio a una grande e bella storia, la storia di un sogno, quello che può cambiare la vita ma che fa anche paura; la paura di non essere all’altezza, di sentirsi soli nel cammino per conquistare quello che sentiamo di meritare».

La tournée italiana di “Flashdance Il Musical”, è una produzione firmata, nella stagione 2018/2019, da Stage Entertainment e Full House Entertainment, mentre il tour è curato da Vivo Concerti.

Chiudiamo con una breve nota sul film. “Flashdance”, 1983, diretto da Adrian Lyne, sceneggiatura di Tom Hedley e Joe Eszterhaz, musiche di Giorgio Moroder, con Jennifer Beals che grazie al ruolo di Alex è diventata una star di Hollywood, è stato il più visto in Italia nella stagione 1983/84. Il brano “Flashdance … What a Feeling”, musiche di Giorgio Moroder, parole di Keith Forsey e cantato da Irene Cara, ha venduto più di 20 milioni di copie, e ha vinto l’Oscar e il Golden Globe come miglior canzone. Mentre il disco con la colonna sonora ha venduto oltre 6 milioni di copie.

Antonio Salvatore Sassu

by: http://www.avantionline.it/flashdance-il-musical-in-scena-al-teatro-olimpico-di-roma/

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in News e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: