RAF E TOZZI TRAVOLGONO REGGIO E RIBADISCONO: “NON C’È POSTO PIÙ BELLO DEL SUD”

di Grazia Candido (foto Antonio Sollazzo) – Si respira già dai primi brani, la voglia di divertirsi, di regalare una serata indimenticabile al pubblico del teatro “Francesco Cilea” pronto a scatenarsi con i loro beniamini Raf e Tozzi. Già dalle prime note, è difficile stare seduti, molti provano ad alzarsi ma vengono redarguiti dagli spettatori delle file di dietro e solo sul finale, la massima “culla” dell’arte reggina si trasforma in un palazzetto.

Il tour congiunto della coppia Raf e Tozzi, organizzato dal promoter Maurizio Senese, non delude, piace e soprattutto, fa tornare negli indimenticabili anni ’80 e ’90 con due artisti che, per l’occasione, scelgono una scenografia minimale, con semplici giochi di luce sparati anche in platea.
Alle 21,33 salgono sul palco, “annunciati” da una introduzione musicale caratterizzata da forti battiti che, quotidianamente, pulsano in ognuno di noi e che vanno ascoltati e non tarpati.
E’ “Il battito animale” successo con il quale Raf vinse nel 1993 il Festivalbar, a ribadire a Reggio Calabria che bisogna vivere d’istinto ogni attimo della vita e anche se può esserci qualche rischio, questo battito è adrenalina pura come la musica o come una moto che va controvento in velocità.
Abbigliamento sportivo per Raffaele Riefoli, elegante per Umberto ma entrambi total black, accompagnati dalla loro squadra di musicisti, sul palco non si risparmiano nemmeno un attimo: Raf sembra un ragazzino, balla, si scatena con il chitarrista, cerca sempre il contatto con l’amico mentre Umberto, con la sua chitarra “attaccata” sulla pelle, è più tranquillo preferisce far parlare i successi “Ti amo”, “Due”, “Notte rosa”, “Sei la più bella del mondo”, “Dimmi di no”, “Non è mai un errore”, “Tu” .
Le interpretazioni a volte s’incrociano, altre, invece, sono assoli dei due artisti che interagiscono con complicità calandosi abilmente nei brani del compagno.
“Il nostro obiettivo è di farvi divertire il più possibile con la nostra musica e in questo lungo tour, noi ci siamo divertiti tanto. Spero, sia la stessa cosa per voi – esordisce Umberto – Sono legato a questa canzone perchè ha dato una svolta non solo alla musica ma al modo di fare, di scrivere testi in italiano di Raf legato all’inizio molto alla lingua inglese. Dopo averlo convinto, scrisse dei testi meravigliosi come “Gente di mare” portata all’Eurovision Song Contest a Bruxelles. Gente di mare siamo tutti noi italiani, intesi come navigatori sempre alla ricerca del sapere e di nuove esperienze”.
Ogni minuto è scandito dalla buona musica, da quel ritmo volutamente costruito alla perfezione, energico all’inizio, delicato e dolce nel prosieguo.
Il pubblico non riesce a stare fermo, vorrebbe alzarsi in piedi soprattutto, con il brano “Come una danza”, primo singolo di questo connubio artistico ma anche con altre canzoni che, senza ombra di dubbio, hanno contributo in parte alla storia della musica leggera italiana.
È bello vedere l’intesa assoluta tra i due artisti, complici e grandi amici nella vita. E sarà stata questa complicità, questa naturale intesa a conquistare i reggini che, sino alla fine, hanno condiviso la bellezza della musica italiana.
“Il pubblico di Reggio è sempre caloroso, questa è una città rappresentativa del Sud – afferma Raf – Io amo molto viaggiare, voglio vedere come è questo pianeta prima che vada a rotoli e vi posso assicurare che l’Italia intera e il nostro Sud che è la parte fondamentale di questo Stato, è il Paese più bello del mondo e nessun posto estero è stupendo come il Sud. Le canzoni più belle le ho scritte quando avevo particolari stati d’animo però, c’è una eccezione: una sera di agosto, guardando mio figlio Samuele appena nato, ho composto “Iperbole”, un invito a superare gli ostacoli fisici ma, soprattutto, mentali”.
Quell’assolo di tromba che sancisce il finale di questo brano non è altro che una esortazione che Raf fa ai suoi fans di trovare la propria essenza interiore e a non lasciarsi omologare dagli altri o intrappolare se stessi da barriere create dall’esterno.
La festa sembra non voler finire mai, Umberto e Raffaele continuano la loro “terapia” emotiva con “Si può dare di più” (canzone italiana per eccellenza dedicata alla solidarietà ed inno ufficiale della Nazionale di calcio cantanti) e Reggio la canta a squarciagola perché per cambiare le cose bisogna semplicemente collaborare “senza essere eroi” ma, semplicemente, se stessi.
“Mi hanno chiesto quale canzone preferisco di Umberto ma non ce n’è una sola, mi piacciono tutte le sue 95 ma sono legato ai brani “Si può dare di più” e “Gli altri siamo noi” che hanno un comune denominatore: l’amore – continua Raf – L’amore è il segreto di tutti i mali nonostante la vita sia complicata, l’amore ti permette di andare incontro agli altri e di non creare barriere. Col passare del tempo, mi accorsi che dovevo scrivere una canzone che fotografasse un periodo, un decennio e restasse indelebile nella memoria dell’umanità. Ed è nata “Cosa resterà di questi anni ‘80”.
Dall’alto scende una palla a specchi da discoteca per ricreare quel passato ormai lontano e il pubblico non ce la fa più, perde l’autocontrollo con “Self control”, “Ti pretendo”, “Infinito” e “Gloria” che non è altro che l’ultimo messaggio dei due artisti per Reggio Calabria perchè “questa città è come una bella donna, una creatura difficilissima da capire ma affascinante e misteriosa capace di darti tante emozioni”.
Nella doppia valenza semantica del termine “Gloria” (legato sia al nome di una donna che al sostantivo) i due big, prima di lasciare la scena, cantano a ripetizione “Gloria manchi alla mia mano che lavora piano” un messaggio chiarissimo per Reggio Calabria e per il Sud che sa bene che, nonostante ci sia qualcosa che soffoca i petti, aspetta sempre la sua Gloria.








by: https://www.strill.it/citta/reggio/2019/09/raf-e-tozzi-travolgono-reggio-e-ribadiscono-non-ce-posto-piu-bello-del-sud/?fbclid=IwAR3d0CkQMcO45iP0KKxjQq_ix35PdAiRpHuwaTf8qh2UNwCMZ7JvpSYeFhM
Annunci

Raf e Umberto Tozzi pronti per il gran finale in Arena

 

Gli artisti, uniti dall’amore per la musica e da una splendida amicizia di lunga data, sono pronti per il loro “gran finale” all’Arena di Verona, il 25 settembre, quando saliranno insieme sul palco per l’ultimo show del tour che hanno condiviso. Una serata che oggi è stata presentata dai cantautori all’hotel Leon d’Oro.

25 settembre Arena di Verona IL GRAN FINALE DEL TOUR!

L'immagine può contenere: 1 persona, sul palco, in piedi e concerto
Friends and Partners – Concerti ed eventi

Raf e Umberto Tozzi Official: una serata magica e irripetibile!

25 settembre Arena di Verona IL GRAN FINALE DEL TOUR!

L’ultima occasione per vedere i due grandi artisti in concerto insieme con i loro repertori straordinari e una scaletta di oltre 30 hit senza tempo!

🎟 Biglietti disponibili qui: bit.ly/2VfYyix

📸 Virginia Bettoja

Raf e Tozzi di nuovo insieme “In Arena come 40 anni fa”

13.09.2019

Raf e Umberto Tozzi in visita al nostro giornale. I due artisti arrivano in città per presentare il gran finale del tour insieme, in programma il prossimo 25 settembre alle 21 in Arena e oggi, intorno alle 15 sono in diretta sulla pagina Facebook de LArena.it e di TeleArena, prima di entrare negli studi di Radio Verona per una intervista in diretta, visibile anche sul sito del nostro giornale. Poi faranno un passaggio in redazione per un saluto ai giornalisti e saranno ospitati dal telegiornale di TeleArena, oltre a girare un intervento per la trasmissione della televisione del gruppo Athesis, “Un posto in prima fila”.

Dopo la Pfm e Cristiano De André, dunque, altri due ospiti della stagione di spettacoli extra lirica all’anfiteatro. E proprio l’Arena ha giocato un ruolo decisivo per Raf e Tozzi. A dar loro l’idea del tour e del relativo disco inciso insieme è stata la partecipazione di Raffaele Riefoli (cioè Raf) al concerto che Umberto tenne qualche tempo fa proprio in Arena per festeggiare i 40 anni del supersingolo “Ti amo”. «Sì, dopo quella serata a Verona, intitolata 40 anni che Ti Amo», ha spiegato Tozzi, «abbiamo iniziato a pensare a qualcosa da fare insieme». Così sono partiti dal Mediolanum Forum di Milano per il tour Raf Tozzi, con una prima tappa da tutto esaurito e il pubblico coinvolto in uno show lungo 30 brani e dalla durata vicina alle tre ore. «Poi siamo andati in giro per l’Italia», ha spiegato l’autore di “Self control”, «e chiuderemo questa esperienza in coppia il 25 settembre nel vostro anfiteatro. In tanti, sui social e di persona, in questi mesi ci hanno chiesto un evento conclusivo, che potesse sigillare questa serie di show. Così ci siamo detti: perché non finire dov’è iniziato tutto, all’Arena?».

Durante il pomeriggio di oggi nella sede del nostro gruppo in corso Porta Nuova al numero 67, i due artisti parleranno anche della scaletta dello spettacolo che è davvero costruita hit su hit. Mescolate, verranno infatti riproposte canzoni che hanno segnato agli anni ’70, ’80 e ’90: “Tu”, “Self control”, “Gente di mare”, “Si può dare di più”, “Ti amo”, “Cosa resterà degli anni 80”, “Infinito” e “Gloria”. Per riproporre «live» due repertori molto corposi, e per la prima volta rivisitati a due voci, i due artisti – Raf pugliese di nascita e fiorentino d’adozione; Tozzi torinese – hanno chiamato una super band formata da dieci elementi: Raffaele Chiatto (chitarra), Valerio Bruno (basso), Maurizio Campo (tastiere), Gianni Vancini (sax), Salvatore Cafiero (chitarra), Gianni Daddese (tastiere), Riccardo Roma (batteria), Elisa Semprini (violino e cori), Daniele Leucci (percussioni) e Gabriele Blandii (tromba). •

GBR

 

Correggio, Raf e Tozzi protagonisti al concertone

In programma domenica 22 settembre. E il 13 settembre la “Notte bianca”

Ultimo aggiornamento il 6 settembre 2019 alle 10:37
Raf e Umberto Tozzi il 22 settembre a Correggio
Raf e Umberto Tozzi il 22 settembre a Correggio

Correggio (Reggio Emilia), 6 settembre 2019 – Saranno Umberto Tozzi e Raf i protagonisti del concerto di Correggio, che da alcuni anni viene proposto in centro storico grazie al contributo di associazioni e aziende locali. E’ in programma domenica 22 settembre. Ingresso gratuito per il pubblico.

Un evento che segue i concerti di Francesco De Gregori, Fiorella Mannoia e Antonello Venditti, che si sono svolti nelle passate edizioni. Del concerto si è iniziato a parlare nelle scorse settimane, quando un mercatino previsto in centro sabato 21 settembre è stato annullato proprio per consentire l’allestimento del palco e degli spazi per il live della serata successiva.

Inoltre, la festa “Buonanotte Correggio”, rinviata per maltempo a luglio, sarà recuperata il 13 settembre con il concerto degli Abbashow, la musica dei Tatanka Mani, de I Mentre, danze latine, spazi gastronomici, espositivi e animazioni per bimbi e adulti.

RAF & TOZZI @CORTE MOLE VANVITELLIANA – ANCONA

Raf & Tozzi

mercoledì 11 settembre 2019 2

RAF & TOZZI

@CORTE MOLE VANVITELLIANA – ANCONA

RAF TOZZI

TORNANO A CANTARE INSIEME NEL NUOVO BRANO
COME UNA DANZA

E NEL 2019 PER LA PRIMA VOLTA INSIEME
IN TOUR NEI PRINCIPALI PALASPORT ITALIANI

IL 30 NOVEMBRE ESCE IL COFANETTO “RAF TOZZI

Insieme hanno già fatto un pezzo di storia della musica italianadue grandi artisti con due repertori immensi e straordinari, due cantanti italiani che con le loro canzoni hanno fatto ballare tutto il mondo, ma soprattutto due amici: RAF e UMBERTO TOZZI oggi tornano a cantare insieme.

 Banchina Giovanni Da Chio 28,

60122 ANCONA 
21:00

RADIO PICO VI PORTA AL CONCERTO DI RAF E TOZZI ALL’ARENA DI VERONA

Articolo pubblicato il giorno: 22 Agosto 2019


Radio Pico vi regala i live più belli della musica italiana: dal 26 al 30 agosto tutte le mattine con Giacomo e Greta potrete giocare e vincere i biglietti per il concerto di Raf e Tozzi all’Arena di Verona, in programma mercoledì 25 settembre.

E proprio dall’Arena di Verona è iniziato tutto nel 2017 quando Raf e Umberto Tozzi, amici da una vita, si sono ritrovati sul palco dell’anfiteatro in occasione del concerto-evento di Tozzi “40 Anni Che Ti Amo” e proprio grazie a quella serata hanno deciso di tornare a cantare insieme.

Dopo un tour di 12 date i due grandi artisti torneranno sul palco dell’Arena il 25 settembre per chiudere il “Raf Tozzi tour”, per far cantare e ballare ancora una volta il pubblico sulle note dei loro successi che hanno conquistato intere generazioni, in Italia e all’estero. Una grande festa in cui non mancheranno sorprese per festeggiare nel migliore dei modi la chiusura dello straordinario tour a due che li ha visti protagonisti dei palasport di tutta Italia.

I due cantanti accenderanno l’anfiteatro scaligero con una scaletta con più di 30 pezzi, brani indimenticabili e grandi successi, da “Gloria” a “Self Control”, da “Si può dare di più” a “Cosa resterà degli anni 80”, da “Infinito” a “Ti amo”, ma anche “Ti pretendo”, “Gli altri siamo noi”, “Il battito animale”, “Immensamente”, il loro nuovo brano a due “Come una danza” e molti altri, tra cui la super hit che non potrebbe mai mancare, “Gente di Mare”.

RADIO PICO VI PORTA AL CONCERTO TI RAF E TOZZI ALL’ARENA DI VERONA

Raf-Tozzi, gran finale all’Arena di Verona

 

E’ iniziato tutto due anni fa, nel 2017, dall’Arena di Verona, quando Raf e Umberto Tozzi, amici da una vita, si sono ritrovati sul palco dell’anfiteatro in occasione del concerto-evento di Tozzi “40 Anni Che Ti Amo”, e sull’onda dell’entusiasmo hanno deciso di tornare a collaborare e di cantare insieme.

Proprio su quello stesso palco torneranno il 25 settembre per la festa che chiuderà il tour a due che, nei mesi scorsi settimane, li ha visti protagonisti nei palasport.

In scaletta più di 30 pezzi, da Gloria a Self Control, da Si può dare di più a Cosa resterà degli anni 80, da Infinito a Ti amo, ma anche Ti pretendo, Gli altri siamo noi, Il battito animale, Immensamente, il loro nuovo brano a due Come una danza e molti altri, tra cui l’immancabile hit Gente di Mare.

https://www.ladige.it/eventi/musica/2019/08/01/raf-tozzi-gran-finale-allarena-verona

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: