Levante, pronta per il Festival di Sanremo con un testo ‘furbetto’

Si intitola ‘Tikibombom’ e punta a essere il tormentone dell’Ariston.

Da giudicante a giudicata il passo sarà brevissimo per Levante, ovvero all’anagrafe Claudia Lagona. La cantante parteciperà al Festival di Sanremo e, al dire dei selezionatori, rappresenterebbe la «quota indie» o della musica «Indipendente». Un’idea della musica un po’ in ritardo, visto che Levante è ormai da dieci anni in corsa, è tra le cantanti più vendute e popolari ed è stata per una edizione giudice di X Factor.

Bando agli errori di giudizio – noi stiamo con Levante ma non con chi la giudica con un occhio ‘ritardato’ da almeno 5 anni – la cantautrice presenterà sul palco della canzone italiana per eccellenza Tikibombom.

Un titolo che qualcuno ha definito «degno di Elettra Lamborghini», ma che Levante – che ormai da anni si è trasferita a Torino ma continua a mantenere nelle sue storie delle radici siciliane – difende a spada tratta, definendolo un suono onomatopeico, presente nel testo che recita: «Non segui il branco/ balli il tango mentre tutto il mondo/ muove il fianco sopra un ritmo che fa/ tikibombom».

Insomma, Tikibombom come il classico ‘gancio’ per fare da tormentone all’interno della musica. Un vecchio trucchetto della musica italiana, che Levante porta nel luogo più adatto a creare notizie e per restare nella memoria collettiva.

Per capire cosa è il ‘gancio’, che gli inglesi chiamano Hook, basta ricordare le parole del compianto critico musicale Ernesto De Pascale: «Per esempio, nella canzone Il clarinetto, il gancio è quella parte della canzone che fa: Filù filù filù filà. Altro esempio può essere la canzone Ti amo di Umberto Tozzi: Ti a-mo / ti chiedo per-do-no / ricordi chi so-no, il ritmo del cantato e la ‘o’ finale fanno da hook. Quando George Martin, il produttore dei Beatles, incontrò e vide suonare il gruppo per la prima volta, si presentò dicendo: ìLe canzoni le fate come volete, però la disposizione delle parti le decido io”.ì Un esempio di quanto lui ha contribuito a rendere famosi e memorizzabili i testi dei Beatles lo capiamo ascoltando From me to you. La canzone è introdotta da un armonica che fa da hook al pezzo, rendendola riconoscibile a un primo ascolto. Ad avere l’idea di una canzone così strutturata non furono né John Lennon né Paul Mc Cartney, ma fu il produttore Martin».

Per Levante, che arriverà a Sanremo con l’ex fidanzato Diodato a contendergli la corona di campionessa, un testo furbo per il primo ascolto. Siamo tutti in attesa di capire se sarà un successo.

Levante, pronta per il Festival di Sanremo con un testo ‘furbetto’

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.